Evangelii Gaudium: il coraggio di raggiungere tutte le pariferie

Nell’incontro della nostra Comunità, tenutosi lo scorso 10 dicembre, abbiamo ripreso la lettura e l’approfondimento dell’esortazione apostolica “Evangelii Gaudium” di Papa Francesco.
Del primo capitolo “La trasformazione missionaria della Chiesa” abbiamo commentato i numeri 19 e 20 e ci siamo lungamente soffermati sul secondo paragrafo che, per opportunità e immediatezza, viene riportato di seguito:
20. Nella Parola di Dio appare costantemente questo dinamismo di “uscita” che Dio vuole provocare nei credenti. Abramo accettò la chiamata a partire verso una terra nuova (cfr Gen 12,1-3). Mosè ascoltò la chiamata di Dio: «Va’, io ti mando» (Es 3,10) e fece uscire il popolo verso la terra promessa (cfr Es 3,17). A Geremia disse: «Andrai da tutti coloro a cui ti manderò» (Ger 1,7). Oggi, in questo “andate” di Gesù, sono presenti gli scenari e le sfide sempre nuovi della missione evangelizzatrice della Chiesa, e tutti siamo chiamati a questa nuova “uscita” missionaria. Ogni cristiano e ogni comunità discernerà quale sia il cammino che il Signore chiede, però tutti siamo invitati ad accettare questa chiamata: uscire dalla propria comodità e avere il coraggio di raggiungere tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo”.
In particolare, il punto su cui ci si è più lungamente soffermati, è la frase finale, quella in cui si chiede ai cristiani di avere il coraggio di raggiungere tutte le periferie.
E quali sono queste periferie? Chi sono le persone che le occupano? Sono periferie reali e concrete come quelle delle nostre grandi città o sono quelle delle nostre paure e difficoltà verso gli altri ed in particolare verso i diversi da noi? Sono le periferie delle religioni diverse dalla nostra con cui ogni tanto entriamo in contatto o addirittura in conflitto?
A tale proposito Mons. Oder, la nostra guida spirituale, ci ha raccontato un fatto realmente accaduto tre domeniche fa nella Chiesa dell’Immacolata:
“Durante la Celebrazione Eucaristica serale è entrata in Chiesa una coppia di coniugi che dall’aspetto evidenziava povertà e l’appartenenza alla religione mussulmana.
I due, che sono rimasti silenziosi e composti in fondo alla Chiesa per tutta la durata della Messa, al termine della Celebrazione hanno iniziato a chiede l’elemosina a tutti i presenti”.
L’interrogativo che ci ha posto Mons. Oder, e del quale vorremmo conoscere le risposte e le considerazioni di coloro che leggono o seguono questo BLOG è il seguente:
Quale sarebbe stato il vostro comportamento se foste stati presenti?Francesco

 

PREGHIAMO PER I CRISTIANI PERSEGUITATI NEL MONDO

Giovedì 20 novembre la Comunità Famiglie Giovanni Paolo II si è riunita presso la chiesa dell’Immacolata a Roma, insieme ad altri fedeli che hanno voluto essere presenti, per pregare per i cristiani perseguitati nel mondo, per i danni provocati dalle calamità naturali, per i malati e, in particolare, per quelli colpiti dal virus ebola.
Sotto la guida di Mons. Oder, l’incontro di preghiera si è sviluppato in due momenti: la prima parte è stata dedicata all’Adorazione Eucaristica, e la seconda alla recita del Santo Rosario.
Di seguito viene riportata la scaletta dell’incontro, con le letture e i brani recitati, per consentire, a coloro che lo desiderano, di unirsi e condividere le intenzioni della preghiera.

“NOI NON POSSIAMO TACERE”
preghiera per i cristiani perseguitati nel mondo

Dio dei nostri Padri,
grande e misericordioso,
Signore della pace e della vita,
Padre di tutti.
Tu hai progetti di pace e non di afflizione,
condanni le guerre
e abbatti l’orgoglio dei violenti.
Tu hai inviato il tuo Figlio Gesù
ad annunziare la pace ai vicini e ai lontani,
a riunire gli uomini di ogni razza e di ogni stirpe
in una sola famiglia.
Ascolta il grido unanime dei tuoi figli,
supplica accorata di tutta l’umanità:
mai più la guerra, avventura senza ritorno,
mai più la guerra, spirale di lutti e di violenza;
fai cessare questa guerra in Siria
minaccia per le tue creature, in cielo, in terra ed in mare.
In comunione con Maria, la Madre di Gesù, ancora ti supplichiamo:
parla ai cuori dei responsabili delle sorti dei popoli,
ferma la logica della ritorsione e della vendetta,
suggerisci con il tuo Spirito soluzioni nuove,
gesti generosi ed onorevoli, spazi di dialogo e di paziente attesa
più fecondi delle affrettate scadenze della guerra.
Concedi al nostro tempo giorni di pace.
Mai più la guerra.
Amen.
(S. Giovanni Paolo II, 2 febbraio 1991)

Momento di preghiera silenziosa
Canto

Guida: O Gesù, mio Dio e mio Salvatore, ricevi le nostre paure e trasformale in fiducia!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi le nostre sofferenze e trasformale in crescita!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi il nostro silenzio e trasformalo in adorazione!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi le nostre crisi e trasformale in maturità!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi il nostro scoraggiamento e trasformalo in Fede!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi la nostra solitudine e trasformala in contemplazione!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi le nostre attese e trasformale in speranza!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!
Guida: Ricevi la nostra vita e trasformala in resurrezione!
Tutti: Noi ti preghiamo, ascoltaci!

Momento di preghiera silenziosa
Canto

Guida: Signore Gesù, in questo momento vogliamo pregarti per tutti i nostri fratelli cristiani perseguitati, rapiti, imprigionati, torturati e costretti a lasciare il proprio paese a causa della fede.
Tutti: Ti presentiamo,o Signore, il loro dolore innocente!
Guida: Ci accorgiamo come assai frequentemente, gli atti discriminatori contro i cristiani sono considerati meno gravi e vengono ritenuti meno degni di attenzione da parte dei governi e dell’opinione pubblica.
Tutti: Ti presentiamo,o Signore, il loro dolore innocente!
Guida: S. Giovanni Paolo II affermò:
Il martirio ha di nuovo oggi la sua epifania tramite testimoni eloquenti e conosciuti, ma anche tramite ‘militi ignoti della grande causa di Dio’”.
Aiutaci, o Signore, a non dimenticare i nostri fratelli e sorelle nella fede, colpevoli solo di essere fedeli al Vangelo e di vivere la loro appartenenza alla Chiesa con uno stile di edificante coraggio.
Tutti: Ti presentiamo,o Signore, il loro dolore innocente!
Guida: Noi non possiamo tacere e Ti chiediamo: concedi a coloro che soffrono persecuzioni a causa del Tuo nome, lo spirito di pazienza e di amore, perché siano testimoni autentici e fedeli delle Tue promesse.
Tutti: Passi da loro questo calice e liberali dal male! Amen.

Momento di preghiera silenziosa
Canto

PER IL SANTO ROSARIO:

Guida: Maria, Madre del Signore, è segno splendente sul cammino del popolo di Dio, figura di umanità nuova e fraterna.
Chiediamo a Lei, Regina della pace, di intercedere perché, nei paesi devastati da varie forme di conflitti e dove i cristiani sono perseguitati a causa della loro fede, la forza dello Spirito di Dio riporti alla ragione chi è irriducibile, faccia cadere le armi dalle mani dei violenti, e ridoni fiducia a chi è tentato di cedere allo sconforto.

Nel primo mistero della luce contempliamo il battesimo di Gesù nel Giordano
Guida: PREGHIAMO PER I PERSEGUITATI A CAUSA DELLA FEDE
O Signore, sostieni e proteggi tutti i perseguitati del mondo, affinché non si scoraggino e rimangano saldi nella Fede
Preghiamo!
Tutti: Santa Maria intercedi per loro!

Nel secondo mistero della luce contempliamo le nozze di Cana
Guida: PREGHIAMO PER LA PACE NEL MONDO E IN PARTICOLARE PER IL MEDIORIENTE:
Signore, illumina, con il Tuo Santo Spirito, i governanti che hanno in mano le sorti delle nazioni, perché agiscano sempre nel rispetto della persona e della verità.
Preghiamo!
Tutti: Santa Maria intercedi per loro!

Nel terzo mistero della gloria contempliamo l’annuncio del Regno di Dio
Guida: PREGHIAMO PER I SOFFERENTI, PER I MALATI DI EBOLA E PER COLORO CHE LI ASSISTONO:
O Signore, conforta tutti coloro che sono nella prova, affinché possano sentire la Tua costante presenza e dai forza e coraggio a tutti quelli che si prendono cura di loro.
Preghiamo!
Tutti: Santa Maria intercedi per loro!

Nel quarto mistero della gloria contempliamo la Trasfigurazione
Guida: PREGHIAMO PER LE PERSONE COLPITE DALLE CALAMITÀ NATURALI:
O Signore, sostieni tutti coloro che vivono situazioni di disagio e di lutto a causa dei disastri naturali, perché non si scoraggino ma abbiano la forza di affrontare questo difficile momento sapendo che Tu vegli su di loro.
Preghiamo!
Tutti: Santa Maria intercedi per loro!

Nel quinto mistero della gloria contempliamo l’Eucaristia
Guida: PREGHIAMO PER I POVERI DEL MONDO, PER GLI SFOLLATI E PER I PROFUGHI:
O Signore, Tu che sei nato povero in una grotta ed hai vissuto profugo in terra straniera, proteggi tutti coloro che sono costretti a vivere tali situazioni e aiutali a trovare una giusta integrazione ed essere accolti fraternamente nelle comunità che li ospitano.
Preghiamo!
Tutti: Santa Maria intercedi per loro!

Litanie lauretane.

Guida: O Dio, Padre di tutti gli uomini, rinnova nel tuo Santo Spirito la faccia della terra e conduci questa tua umanità sulle vie della giustizia e della pace, perché possa giungere a godere un giorno, con Maria, della tua gloria senza fine. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

PREGHIAMO PER LA PACE E PER I CRISTIANI PERSEGUITATI

Giovedì 20 novembre – dalle ore 17,30 alle 18,30 – preghiamo per la pace e per i Cristiani perseguitati
La Comunità Famiglie Giovanni Paolo II si riunirà in preghiera e in adorazione per mettere ai piedi della Vergine Immacolata la richiesta di pace per le popolazioni coinvolte nelle guerre e, in modo particolare, per tutti i nostri fratelli che vengono perseguitati per la nostra Fede in tante parti del mondo.
Invitiamo perciò tutti ad intervenire e a raccogliersi in preghiera presso la Chiesa dell’Immacolata a Roma (angolo tra Via Taranto e Via Monza).

Riprendiamo gli incontri approfondendo Evangelii Gaudium

Sono ripresi, lo scorso 22 ottobre e con la consueta cadenza, le riunioni della Comunità Famiglie Giovanni Paolo II.
Per quest’anno, accogliendo la proposta della guida spirituale Mons. Slawomir Oder, negli incontri (che ricordiamo si tengono alle ore 19,30 a mercoledì alterni) verrà approfondita l’Esortazione Apostolica di Papa Francesco Evangelii Gaudium.
Già nel primo incontro sono state lette, commentate e approfondite le prime pagine dell’introduzione (numeri da 1 a 8) ed è immediatamente emerso il grande messaggio che Francesco vuole comunicare a tutti gli uomini:
“Chi rischia, il Signore non lo delude, e quando qualcuno fa un piccolo passo verso Gesù, scopre che Lui già aspettava il suo arrivo a braccia aperte.”
E ancora:
“Dio non si stanca mai di perdonare, siamo noi che ci stanchiamo di chiedere la sua misericordia.”
E ancora:
“È la gioia che si vive tra le piccole cose della vita quotidiana, come risposta all’invito affettuoso di Dio nostro Padre: «Figlio, per quanto ti è possibile, tràttati bene … Non privarti di un giorno felice» (Sir 14,11.14). Quanta tenerezza paterna si intuisce dietro queste parole!”
Vi aspettiamo il 29 ottobre alle ore 19,30 per proseguire – con gioia – la lettura dell’Esortazione Evangelii Gaudium.